Nuove tecnologie e quarta rivoluzione industriale: quale sarà il futuro del lavoro in Italia?

bigstock-Creative-Business-57631052 (1).jpg
Entro il 2020 spariranno oltre 7 milioni di posti di lavoro, questo soprattutto a causa dell’impatto sul mercato del lavoro della Quarta Rivoluzione Industriale.L'Italia per una volta non è in ultima posizione. Vai all'articolo

Dall'Europa nubi sulla sostenibilità di medio periodo del debito italiano

debito_pubblico.png
Italia: i rischi sembrano essere alti nel medio termine da una prospettiva di analisi della sostenibilità del debito, in seguito a un elevato livello di debito e alla alta sensibilità a possibili shock alla crescita nominale e ai tassi d'interesse. Vai all'articolo

I sorprendenti numeri dei mutui e del mercato immobiliare

mutui bancari.jpg
Dieci anni fa “il mattone” rappresentava l’investimento preferito dal 70% degli italiani, mentre oggi la percentuale è scesa sino al 29%. Nonostante ciò, secondo l’Abi, nei primi 11 mesi del 2015, l’ammontare delle erogazioni dei nuovi mutui ha registrato un +97,4%. Ripresa o falso segnale? Vai all'articolo

Dietro la crisi dei bancari italiani il timore di una nuova stretta creditizia

dietro la crisi dei bancari italiani.jpg
Nonostante il recupero odierno, abbiamo assistito a ribassi pesanti sulle Borse europee, un mercoledì nero soprattutto per l'Italia: - 4,8% a Piazza Affari. Ma a livello governativo si continua a sostenere che, nonostante tutto, questo sia il tempo giusto per gli investimenti in Italia. Sarà vero? Vai all'articolo

Sotto Scacco: La partita tra Roma e Bruxelles

bigstock-Checkmate-84262103.jpg
E’ bastata la semplice notizia di un’indagine della BCE sullo stato dei crediti non esigibili del sistema bancario a generare nuovamente instabilità e a tenere, ancora una volta, le banche (e i risparmiatori) con il fiato sospeso. Vai all'articolo

Consulenza distorta e mutui: quando la banca fa il suo interesse

bigstock-Mature-couple-signing-contract-86877935.jpg
Per scegliere prodotti finanziari (fondi di investimento, obbligazioni, prestiti, mutui, ecc.) tendiamo ad affidarci ad un consulente o alla nostra banca. C’è il rischio però che ci venga venduto un prodotto che è più nell’interesse del venditore che nel nostro. Ma come fare a capirlo? E come misurarlo? In un primo articolo ci siamo occupati soprattutto di investimenti e notato come un modo per... Vai all'articolo

Italia tra i Paesi emergenti: non per il Financial Times ma per l'educazione finanziaria

Financial_times_Italia_emergenti.png
Ieri in rete è stato condiviso un post dove si mostrava un’Italia tornata alla Lira e tra gli Emerging Markets (i Paesi emergenti). Se dal punto di vista socio-economico, non possiamo essere annoverati tra i Paesi emergenti, purtroppo per quanto riguarda l’educazione finanziaria siamo molto più simili a un Paese emergente che a un paese avanzato. Vai all'articolo

Consulenti finanziari e consulenza distorta: realtà o fantasia?

bigstock-Young-Woman-feeling-shocking-f-100491698.jpg
Poiché le transazioni finanziarie hanno tutte del rischio, separare il cattivo consiglio dalla sfortuna è molto difficile. E questa difficoltà può rendere più attraente a chi vende strumenti finanziarie sfruttare i conflitti di interesse, dando consigli pro domo sua anziché del cliente. Vai all'articolo

Famiglie italiane: quanto lavorano per consumi, tasse e risparmi

bigstock-Man-looking-at-his-watch-103734326.jpg
Scegliete lo scenario in cui vi riconoscete meglio: dal 2008 il vostro reddito è aumentato, risparmiate di più e potete quindi pensare più serenamente al vostro futuro. Oppure: dal 2008 pagate più tasse, spendete meno perché avete ansia di ciò che vi riserva il domani. Non arrovellatevi troppo: anche se una piccola statistica personale (vicini di casa, amici e conoscenti, colleghi) potrebbe ess... Vai all'articolo

La lezione delle obbligazioni subordinate per il 2016 e seguenti

bigstock-Underwater-scene-of-a-business-53699059.jpg
I mercati finanziari sono senza cuore e, come abbiamo visto recentemente, le obbligazioni subordinate bancarie lo sono ancora di più. Ovviamente non si può restare senza emozioni di fronte ai fatti di cronaca degli ultimi mesi: suicidi per investimenti errati, patrimoni e risparmi di una vita cancellati, risparmiatori che chiedono risarcimenti danni per quasi un miliardo di euro. Vai all'articolo