avatar

Cercasi crescita economica

La crescita economica in Italia frena ancora. A confermarlo è il Fmi che ha rivisto al ribasso le stime di crescita del Pil dell’Italia nel 2018 (da 1,4% a 1,2%).

 

Ad influire negativamente sulla crescita economica del Belpaese, si legge nella nota del Fondo, sono “gli spread più ampi dei titoli di Stato e l'inasprimento delle condizioni finanziarie in seguito ad una maggiore incertezza politica”.

 

Un dato che deve far riflettere è che da 10 anni a questa parte la crescita italiana è stata sempre al di sotto rispetto alla media europea.

 

 

 

Le previsioni della crescita mondiale per il 2019 vedono le economie emergenti mostrare i tassi di crescita reali più elevati, con in testa India (+7,8%), Cina (+6,6%) e Indonesia (+5,5%).

In Europa, previsioni di crescita comprese maggiori del 3% si registrano solo in Irlanda (+4%) e nei paesi dell’Est, Romania (+5,5%), Slovacchia (+4%), Slovenia (+4%), Polonia (+3,5%). A debita distanza con un misero 1% c’è l’Italia, alle prese con una degenza della crescita economica che dura ormai da vent'anni. 


RICEVI IL MEGLIO DI RISPARMIAMOCELO!

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679
Pubblicato il 17 luglio 2018 da Elisabetta Villa staff