avatar

Il mattone? Ecco quanto valore ha perso dopo la crisi

Il vecchio e caro mattone è uno degli investimenti preferiti dagli italiani. Lo dimostra la statistica sulle case di proprietà possedute in Italia. Il 73% delle famiglie tricolore ne possiede almeno una. E' la percentuale più alta dei paesi industrializzati. 
Il mattone, però, almeno negli ultimi 10 anni è stato più croce che delizia per i risparmiatori italiani. 

 

Il mattone ha perso il 20% in 6 anni
 

Questo grafico interattivo disponibile sul sito dell'Ocse, mostra l'indice dei prezzi reali degli immobili nell'eurozona assumendo come anno base il 2010. 

In Italia, il mattone ha perso il 20,6% del suo valore 
dal 2010. Peggio di noi soltanto la Grecia (-43,9%) e la Spagna (-26,6%).
Se torniamo indietro ai valori di 10 anni fa, oggi il mattone si è svalutato del 25%.

L'immobiliare stenta a decollare. Solo in Italia e in Grecia il mattone si è deprezzato di anno in anno a partire dal 2007, mentre in Spagna si è assistito ad un leggero aumento dal 2013. 

Dove è cresciuto di più il mattone? In 6 paesi dell'eurozona (Estonia, Lussemburgo, Germania, Austria, Belgio e Slovacchia) il mattone ha incrementato il suo valore dal 2010. Oggi, una casa in Estonia vale il 43% in più rispetto al 2010. 

 

OECD (2017), Housing (Real house price).

 

Vuoi approfondire questo argomento? Leggi questo articolo: "Conviene ancora investire sul mattone?"

RICEVI IL MEGLIO DI RISPARMIAMOCELO!

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03
Pubblicato il 03 novembre 2017 da Elisabetta Villa staff