avatar

Perché il prezzo e valore di un titolo corrono a velocità differenti? (parte II)

"I mercati azionari sono pieni di individui che conoscono il prezzo di tutto e il valore di niente" 

Phillip Fisher

 

 

Perchè secondo noi Fisher aveva ragione? 

Per rispondere, assumiamo per un attimo che il prezzo di uno strumento finanziario sia la migliore stima del valore sottostante. 
La teoria dei mercati efficienti (Efficient Market Hypothesis-EMH) afferma che, in ogni istante temporale, i prezzi dei titoli sui mercati sono in grado di rispecchiare il valore intrinseco dell’azienda. 

Se la teoria dei mercati efficienti fosse vera, allora il prezzo di un titolo sarebbe capace di valutare al presente tutti i movimenti di cassa che un'azienda registra non tra un anno, non tra due anni, ma durante tutta la sua vita.  


Questa affermazione implicherebbe che:

1) nessun investitore potrebbe ottenere ritorni sistematicamente superiori a quelli del mercato.

2) le bolle speculative non potrebbero mai verificarsi.

Entrambe le implicazioni sono state disattese nella storia. 

RICEVI IL MEGLIO DI RISPARMIAMOCELO!

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03
Pubblicato il 11 aprile 2017 da Elisabetta Villa staff