avatar

Quanto vale la disuguaglianza della ricchezza in Italia?

Il tema delle disuguaglianze economiche è divenuto negli ultimi anni uno degli argomenti più affrontati e dibattuti anche tra il grande pubblico. Non è un caso se alcuni noti economisti, Piketty tra tutti, hanno pubblicato veri e propri saggi sulla disuguaglianza che ben presti sono diventati dei best-seller a livello mondiale.
Ciò che maggiormente incuriosisce l'opinione comune riguarda la crescita delle disuguaglianze negli anni successivi ad una crisi. In parole povere, nonostante la crisi e i difficili anni della ripresa, è vero che i ricchi sono sempre più ricchi e poveri sempre più poveri?
 

I numeri della disuguaglianza della ricchezza in Italia

Sono 307mila le famiglie italiane che possiedono un portafoglio di investimento con un valore di almeno un milione di dollari (circa 880mila euro).
Nel complesso, il 20,9% della ricchezza nazionale  si concentra nelle mani dell’1,2% delle famiglie. La quota di ricchezza posseduta dall’1% più ricco è pari ad oltre 30 volte la ricchezza del 30% più povero.  Rispetto al 2015 si tratta di un incremento del 5,3%, superiore al +4,4% registrato l’anno precedente.
A rivelare questi numeri è il report “Global Wealth 2017: transforming the client experience” firmato dall’autorevole Boston Consulting Group (BCG).
Secondo il report non ci sono dubbi: il rally mostrato dai mercati finanziari nell’ultimo decennio è stato il motivo principale della crescita generale della ricchezza tra i più ricchi. Chi in questi anni ha detenuto azioni, obbligazioni e quote di fondi comuni in portafoglio ha visto crescere la sua ricchezza.
Gli autori hanno svelato inoltre che le disuguaglianze della ricchezza nel nostro Paese sono destinate ad aumentare. Nel 2021 le famiglie con portafogli almeno pari ad milione di dollari saranno 433mila, l’1,6% del totale e con uno stock pari al 23,9% della ricchezza nazionale.

Fonte: BCG 

 

 

Se il mondo degli investimenti ti affascina, scopri "Come investire oggi" il nuovo percorso online che ti permette di apprendere passo dopo passo le tecniche per prenderti cura dei tuoi risparmi. 

Pubblicato il 11 luglio 2017 da Elisabetta Villa staff