Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03

Seguici

Quanto costano davvero i politici italiani?

Quanto costano i politici italiani

Ridurre i costi dei politici italiani potrebbe liberare risorse pubbliche? Vediamo come stanno le cose...

di Alessandro Leozappa - 26 settembre 2018 - 3'

Pensate che solo la Camera dei deputati ci costa ogni anno circa un miliardo di euro“.

Erano le parole di Luigi di Maio dette lo scorso 29 marzo durante video-messaggio postato su Facebook.

Ma quanto sborsa ogni anno lo Stato per mantenere i politici italiani?

Passiamo alla verifica dei fatti.

Per farlo, abbiamo consultato il Bilancio triennale della Camera dei Deputati e il Bilancio di previsione per il triennio 2017-2019 del Senato della Repubblica. Dai bilanci delle due Camere del parlamento italiano si evince che:

  • Nel 2017, la dotazione annuale (cioè le entrate derivanti da trasferimenti dello Stato) della Camera dei Deputati è stata di 943.160.000 euro. A questa cifra si sommano altre spese, come le entrate integrative e le entrate previdenziali, per un totale complessivo di 1.298.391.988 euro. 
  • Il totale delle spese per il Senato della Repubblica nel 2017 è stato di 539.500.000 euro.

Quanto pesano gli stipendi dei politici sulla spesa pubblica?

Nel 2017, l’esborso dello Stato per mantenere le due Camere del parlamento è stato di 1.837.891.988 euro.

È poco? È tanto? Dipende…

Gran parte dell’opinione pubblica ritiene che abolendo i vitalizi ed eliminando gli sprechi del parlamento, lo stato italiano potrebbe risparmiare un bel po’ di soldi.

In realtà, il costo dei parlamentari, se rapportato alla spesa pubblica italiana, circa 850 miliardi di euro, può sembrare irrisorio. Il costo dei 945 parlamentari italiani pesa soltanto lo 0,21% della spesa pubblica annuale.

Inoltre, se si considerano solo i vitalizi e gli sprechi si avrebbe una percentuale di risparmio ancora più bassa.

Tuttavia, l’esigenza di ridurre i costi della politica ha più valenza sul piano etico che su quello pratico.

Il confronto del costo della politica italiana con l’estero

In media ogni cittadino italiano spende 24,71 euro all’anno per mantenere il parlamento, una spesa che è enormemente più alta rispetto all’estero.

In Gran Bretagna, l’House of Commons, costa ogni anno 245 milioni di sterline, con una spesa pro-capite di 3,74 sterline. Il Congresso americano costa 1,2 miliardi di dollari, ma un americano spende solo 3,88 dollari all’anno. In Francia, l’Assemblé Nationale costa 517 milioni di euro, con un esborso pro-capite di 7,74 euro. Infine, la Spagna dove il Congreso de Los Deputados costa soltanto 85 milioni di euro, con un costo pro-capite di 1,8 euro.

E io pago!

Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03