avatar

Tasse e redditi: come sta messa l’Italia?

Quanti soldi portano a casa gli italiani dopo aver pagato le tasse e i contributi? 

A questa domanda risponde un’infografica realizzata dal sito Howmuch.net, dove inoltre è possibile confrontare l’Italia con gli altri paesi sviluppati.

Dai dati raccolti dall'Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica, è possibile stilare una classifica dei 10 paesi più ricchi al mondo in base al reddito netto.

1. Svizzera: $ 58,864 dopo aver pagato il 16,9% di tasse

2. Lussemburgo: $ 46,593 dopo aver pagato il 29,1% in tasse

3. Islanda: 45.390 $ dopo aver pagato il 28,7% in tasse

4. Corea: $ 44,892 dopo aver pagato il 14,5% in tasse

5. Paesi Bassi: $ 43,835 dopo aver pagato il 30,4% di tasse

6. Australia: 41.655 $ dopo aver pagato il 24,4% in tasse

7. Regno Unito: $ 41,608 dopo aver pagato il 23,4% in tasse

8. Giappone: $ 41.139 dopo aver pagato il 22,3% in tasse

9. Norvegia: $ 40.834 dopo aver pagato il 27,6% in tasse

10. Stati Uniti: $ 39,211 dopo aver pagato il 26% di tasse

Il paese in vetta alla classifica è la Svizzera. Gli elvetici guadagnano mediamente 58.864 dollari pro capite all’anno, pagando un’aliquota media del 10,7% e versando il 6,2% dello stipendio lordo in contributi previdenziali.

La Corea del Sud è invece il paese con il regime fiscale più agevolato tra i paesi OCSE. L’aliquota fiscale media applicata sul reddito annuo lordo è del 6,1% mentre i contributi previdenziali pesano l’8,4%. Questo permette ai coreani di piazzarsi al quarto posto in termini di reddito netto percepito (44.892 dollari).

Un'altra tendenza interessante nella visualizzazione è il numero di paesi OCSE concentrati sulla fascia bassa. Messico, Lettonia e Cile sono così piccoli da essere quasi difficili da distinguere. In Messico il reddito netto pro-capite si attesta a 11.304 dollari, in Lettonia 15.359 e in Cile 21.033.



Quanto si guadagna in Italia? E quante tasse si pagano?

L’Italia, con 29.793 dollari di reddito netto pro-capite, si piazza al ventitreesimo posto, al di sotto della media OCSE (32.624 dollari).

In Italia la stipendio portato a casa da un lavoratore medio, al netto delle imposte e dei sussidi, è pari al 68,8% della retribuzione lorda, rispetto alla media OCSE del 74,5%. Detto in altri termini 1/3 del reddito dell’italiano medio va a finire nella pancia statale.

Paesi come Canada, Spagna, Nuova Zelanda e Israele figurano al di sotto dell’Italia in termini di reddito lordo, ma la sorpassano quando si guarda al reddito netto per via di una tassazione meno onerosa.

È interessante notare che in Italia le tasse sul reddito e i contributi previdenziali pesano il 31,2% del reddito lordo, contro una media OCSE del 25,5%. Si tratta della quarta quota più alta tra i paesi OCSE, alle spalle di Belgio (40,5%), Germania (39,9%) e Danimarca (36,1%).

Pubblicato il 13 luglio 2018 da Elisabetta Villa staff