Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03

Seguici

Come Amazon fa i soldi: viaggio nell’impero di Jeff Bezos

Come ha fatto Jeff Bezos a costruire un'azienda da 800 miliardi di dollari e un patrimonio personale da 120 miliardi di dollari? Scopriamo i segreti del suo successo...

di Piero Cingari - 17 Gennaio 2019 - 8'

Con un patrimonio di 126 miliardi di dollari, il CEO di Amazon, Jeff Bezos, è l’uomo più ricco del mondo. Per avere un ordine di grandezza, Jeff Bezos è ricco quanto il Pil di un intero stato come l’Ucraina.

Ma da dove nasce l’impero di Jeff Bezos?

La vita di Jeff Bezos incarna perfettamente gli ideali dell’ “American Dream”.

All’età di 16 anni lavora da McDonald’s, luogo in cui Jeff inizia ad appassionarsi all’idea dei servizi automatici e della gestione del personale.

Da adolescente impari molto lavorando da McDonald's. È diverso da quello che impari a scuola, non sottovalutarne il valore!

Jeff Bezos

Jeff Bezos si forma alla Princeton University dove studia fisica, ma ben presto si rende conto che non è ciò che vuole fare per il resto della sua vita. Dopo una laurea in ingegneria informatica, Jeff ottiene un lavoro da 200mila dollari presso una società di hedge fund a Wall Street, la DE Shaw & Co.

Adesso, chi di voi a 24 anni lascerebbe un lavoro da 200mila dollari all’anno per dare vita ad una start-up?

Negli anni ‘90 internet cresceva nell’ordine del 2.000% l’anno e a Jeff venne in mente l’idea di realizzare uno store online che vendesse di tutto. Sono anni in cui l’e-commerce era ancora vietato negli Stati Uniti, ma presto la legislazione cambiò.

Sapevo che all’età di 80 mi sarei guardato indietro e pentito di non aver partecipato a questa cosa chiamata “Internet”.

Jeff Bezos

Il 5 luglio del 1994, Jeff decide di licenziarsi dal suo lavoro e trasferirsi in un garage di Seattle per fondare “Cadabra”. Un anno dopo, la sua startup prese il nome di Amazon.com

Il suo primo ufficio appariva così:

L’homepage del sito di Amazon nel 1995 aveva queste sembianze:

Nel 1997, Amazon fa il suo ingresso in borsa.

In soli due anni il prezzo delle azioni Amazon passa da 0,83 $ a 106 dollari, con una crescita di oltre il 12000%. Siamo in piena bolla dot-com e Amazon si trova nel bel mezzo del gregge.

Quando la bolla scoppia, tantissime società falliscono e il titolo Amazon torna a 5 dollari, bruciando il 94% del suo valore.

In quanti avrebbero acquistato azioni Amazon dopo un simile deprezzamento?

Sembrava la fine di un sogno, eppure era solo l’inizio.

Quello che era nato come una semplice libreria online si apprestava a divenire un gigante del retail, cambiando le regole del gioco per molti settori.

Come ha fatto Amazon a diventare la numero 1 al mondo?

Il fulcro della strategia di Amazon è stata l’innovazione e il cambiamento, guidati da un leader che non teme di sfidare lo status quo. A chi verrebbe in mente che un rivenditore online di libri potesse creare una tecnologia (Kindle) tale da memorizzare migliaia di libri nelle tue mani? Dieci anni dopo la nascita di Amazon, le vendite di e-book avevano già sorpassato quelle delle copertine fisiche.

Oggi crediamo che Amazon possa fare soldi in ogni cosa che vende, ma da cosa deriva la ricchezza di Amazon?

Amazon ha effettuato acquisizioni e investimenti che riguardano il core business dell’azienda e le ambizioni future. Ciò include le acquisizioni di Whole Foods ($ 13,7 miliardi nel 2017), Zappos.com ($ 1,2 miliardi nel 2009), PillPack ($ 1 miliardo nel 2018), Twitch.tv ($ 970 milioni nel 2014) e Kiva Systems ($ 780 milioni nel 2012).

Fonte: VisualCapitalist

Amazon ha espanso la sua attività inglobando servizi come il cloud computing con Amazon Web Services, la produzione e vendita di dispositivi propri (Kindle Fire, Echo) e di cinema in streaming (Amazon Prime Video).

Fonte: VisualCapitalist

A gennaio 2019, il titolo Amazon viene scambiato a 1.700 dollari per azione e la capitalizzazione di mercato vale 823 miliardi di dollari. Chi avesse investito 10.000 dollari in azioni Amazon dopo il crollo nel 2001, oggi avrebbe a disposizione un patrimonio di 2,5 milioni di dollari.

Fonte: Koyfin

Il segreto del successo di Jeff Bezos

Questo sketch è stato disegnato dallo stesso Bezos 15 anni fa, rappresenta probabilmente il segreto del successo di Amazon. È un circuito chiuso in cui il nucleo centrale è rappresentato dalla parola “Crescita” (e non profitto!).

Oltre ad Amazon però Jeff Bezos investe denaro personalmente. La Bezos Expeditions è una società che gestisce gli investimenti in capitale di rischio di Jeff Bezos. Nel corso degli anni, questa joint venture ha investito denaro in Twitter, Airbnb, Uber, Domo, Juno Therapeutics, Workday, General Fusion, Rethink Robotics, Business Insider, MakerBot e Stack Overflow.

L’impero di Jeff Bezos non è dunque rappresentato dalla sola Amazon. Il segreto del successo di Bezos sta appunto nella diversificazione.

“Amazon è destinata a fallire. Il nostro compito è rimandare il fallimento quanto più possibile”

Jeff Bezos

Riflettete!

Fonte: VisualCapitalist

Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03

Notice: Undefined index: close-forever16501 in /var/www/vhosts/risparmiamocelo.it/httpdocs/wp-content/plugins/paperplane-popup/inc/show-popup.php on line 60