Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03

Seguici

Per avere un maggior rendimento migliora la tua alfabetizzazione finanziaria

Per avere maggiori rendimenti migliora la tua educazione finanziaria

Una recente ricerca condotta dall'Università di Tolosa ha dimostrato che l'alfabetizzazione finanziaria gioca un ruolo chiave per il rendimento dei tuoi investimenti...

di Luigi Ripamonti - 2 ottobre 2018 - 4'

Quanto conta l’alfabetizzazione finanziaria sul rendimento dei tuoi risparmi?

A questa domanda ha risposto Milo Bianchi, professore di Economia dell’Università di Tolosa, in una recente ricerca pubblicata sul The Journal of Finance1.

Prima di presentare i risultati dello studio è doveroso fare una premessa.

Senza una conoscenza di base sui prodotti finanziari e sul funzionamento dei mercati è più facile infatti che gli individui assumano decisioni errate in materia di investimenti. Questi errori possono avere gravi conseguenze sulla costruzione della ricchezza finanziaria e sul risparmio pensionistico.

Torniamo allo studio condotto dal professor Bianchi.

Dopo aver classificato i risparmiatori sulla base del livello di conoscenze finanziarie, ne sono state analizzate le loro decisioni di investimento. Un primo aspetto che emerge è che gli investitori con una precaria educazione finanziaria sono accomunati da due comportamenti ricorrenti.

  • Mostrano una minore esposizione al rischio, cioè detengono pochi asset rischiosi (azioni) in portafoglio.
  • Seguono il trend. Spostano continuamente i loro risparmi dai fondi che hanno le performance peggiori a quelli con le performance migliori nel breve periodo.

Il rovescio della medaglia dice che chi possiede una migliore educazione finanziaria ottiene rendimenti più elevati dai suoi investimenti.

In particolare, controllando variabili come età, ricchezza e educazione scolastica, i risparmiatori con una maggiore alfabetizzazione finanziaria hanno registrato rendimenti annuali superiori di circa lo 0,5% rispetto ad un rendimento medio del 4,2%.

Lo 0,5% in più all’anno può sembrare una sciocchezza, ma se lo proietti su lunghi orizzonti temporali è in grado di generare ampie differenze di ricchezza.

Ma in cosa si differenziano gli investitori con una maggiore alfabetizzazione finanziaria?

Come sostiene Bianchi, non è tanto la maggior presenza di prodotti rischiosi in portafoglio, quanto la capacità di saperla adattare al variare delle condizioni di mercato.

In sostanza, lo studio rivela che i risparmiatori con una maggiore educazione finanziaria agiscono in modo “contrarian: tendono sistematicamente ad aumentare il rischio in portafoglio, acquistando più fondi azionari, nei momenti di maggior turbolenza sui mercati.

Queste evidenze dimostrano che possedere una migliore educazione finanziaria porta notevoli benefici.

  1. Il risparmiatore evita di sottoscrivere prodotti costosi e complessi che danneggiano le performance.
  2. Aiuta a individuare il corretto grado di rischio del portafoglio in base a fattori come l’età o l’andamento dei mercati.
  3. Chi ha una migliore alfabetizzazione finanziaria guadagna in media lo 0,5% all’anno in più rispetto a chi non lo è.

Thomas Gray, poeta inglese del diciottesimo secolo scrisse: “Dove l’ignoranza è gioia, è una follia essere saggi“. Ma quando si tratta di investire i propri risparmi l’ignoranza non paga, anzi allontana dai rendimenti.

Per iniziare a prenderti cura dei tuoi risparmi e migliorarne la gestione, ti consigliamo di seguire questo corso online “Come investire oggi“.

Provalo gratuitamente cliccando sul bottone in basso.

 

 


1. Bianchi, Milo. “Financial literacy and portfolio dynamics.” The Journal of Finance 73.2 (2018): 831-859.

Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03