Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03

Seguici

Previsioni sui mercati 2019: ecco perché cresceranno del 9%…

Quanto a previsioni sui mercati, gli analisti finanziari e le scimmie non sono poi così diversi. Uno studio lo dimostra...

di Alessandro Leozappa - 28 novembre 2018 - 4'

Prima di parlarti delle previsioni sui mercati finanziari per il 2019, immagina per un attimo una scimmia seduta davanti ad una tastiera.

Secondo il teorema matematico della scimmia instancabile, il quadrupede riuscirà prima o poi a scrivere l’intera Divina Commedia, colpendo casualmente i tasti della tastiera per una quantità infinita di tempo.

Ma cosa c’entra questo teorema con le previsioni sui mercati e sulle Borse?

Molto semplice, le previsioni che fanno gli analisti finanziari hanno lo stesso valore dell’opinione di una scimmia.

Non ci credi? Guarda qui.

Questo grafico mostra l’andamento dell’indice azionario tedesco DAX 30, linea nera, e le previsioni espresse dagli analisti finanziari, le aree in blu e in rosso.

Fonte: Star Capital AG

Queste aree indicano “l’errore da previsione”, e cioè riportano la differenza tra le previsioni effettuate all’inizio dell’anno e il livello raggiunto dall’indice alla fine dell’anno. A seconda degli anni, l’errore delle previsioni può essere più o meno marcato.

Ad esempio, all’inizio del 2008, quando il Dax aveva raggiunto circa 8.000 punti, gli analisti prevedano che, entro la fine dell’anno, l’indice sarebbe potuto arrivare a 8.500 punti con una performance positiva del 6%.

Gli analisti però fornirono una previsione ben lontana dai fatti. Alla fine dell’anno il Dax perse il 40%, chiudendo a 4800 punti. L’errore da previsione fu del 47%.

Se una scimmia si fosse addormentata sulla tastiera tenendo premuto il tasto “9”, il suo errore da previsione sarebbe stato lo stesso di quello fornito dagli analisti.

In altri termini, sostenendo che i mercati crescano ad una percentuale fissa del 9% ogni anno si può arrivare ad un livello di precisione analogo a quello degli esperti.

Per dimostrare questa curiosa evidenza, i ricercatori di Star Capital AG hanno realizzato una tabella in cui confrontano l’errore statistico medio degli analisti e della scimmia addormentata.

Sia gli analisti sia le scimmie, hanno commesso mediamente un errore di previsione pari al 18%.

Questo risultato ti farà sicuramente riflettere sull’eccessiva importanza attribuita oggi alle previsioni finanziarie da parte dei media.

Ma nessuno è in grado di prevedere correttamente e sistematicamente come andranno i mercati. Non farti imbrogliare dai sedicenti guru che vendono online le loro previsioni sulla Borsa.

Se vuoi risparmiare tempo e denaro faresti meglio ad adottare una scimmia.

 

 

L'unico valore di chi fa previsioni sui mercati è quello di far sembrare onesti i cartomanti

Warren Buffett

Rimani sempre aggiornato

Per te, ogni due settimane, una selezione dei migliori articoli del blog.

Informativa ai sensi dell'articolo 13 del D.lgs. 196/03